Loris Antiga

Il Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, organizza una Master Class di corno con il M° Antiga, aperto sia agli interni (allievi dei corsi accademici di I e di II livello) che agli esterni.

Lo scopo del master è l’acquisizione delle strategie atte ad affrontare un’audizione per orchestra o un concorso nel modo più efficace possibile (preparazione tecnica di base, brani del repertorio solistico-orchestrale, aspetto psicologico, come organizzare le sedute di studio ecc.).

M° Loris Antiga

Loris Antiga uno dei cornisti più rappresentativi d’Italia ha suonato con la London Symphony Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe ed e’ stato scelto dal maestro Claudio Abbado per il progetto Orchestra Mozart.

Dopo aver terminato gli studi in Italia con il Maestro Guido Corti, si è perfezionato a Chicago con Dale Clevenger e Arnold Jacobs.

Ha suonato in qualita’ di primo corno con il Teatro alla Scala e con la Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Ensamble Modern Francoforte ,Orchestra della Radio Svizzera Italiana ,Malaysian Philharmonic Orchestra e collaborato con le piu importanti Istituzioni Liriche e Sinfoniche Italiane.

Dal 2001 suona stabilmente al Gran Teatro La Fenice.

Ha suonato sotto la Direzione di R.Muti , S.Bychkov, A.Pappano, V.Gergiev, A.Gardiner, C.Thielemann, F.Luisi, Z.Mehta, D.Barenboim, B.Haitink.

Membro fondatore del Brassoperà con cui ha inciso per l’etichetta Summit Records www.brassopera.it

Molto attratto dalla musica da camera è stato invitato a numerosi Festival, tra i quali Lione, Pisa, Stresa, Lugano, Ravello ecc.

Tiene regolarmente Master Class in tutto il mondo, Giappone, Brasile, Stati Uniti, Cina, Spagna.

Viene regolarmente invitato ad esibirsi come solista in Giappone e Stati Uniti.

Svolgimento

Per seguire gli allievi in modo più regolare e continuativo, la master class non sarà concentrata in giorni consecutivi, ma avrà una durata di 25/30 ore totali suddivise in 5/6 lezioni di uno/due giorni con cadenza bimestrale.

PRIMA LEZIONE: MARTEDì 21 NOVEMBRE ALLE ORE 9:30

Il calendario definitivo delle lezioni verrà definito successivamente.

Costi

Gli allievi del Conservatorio potranno partecipare gratuitamente alla Master Class.

Gli esterni che intendono partecipare sono tenuti al pagamento di :

  • Allievi effettivi: €150 intero corso - €40 singola giornata (€30 ex allievi)
  • Allievi uditori: € 80

Il versamento è da fare a mezzo bonifico bancario, sul c/c n. 5880/86, intestato a Istituto Superiore di Studi Musicali “Gaetano Donizetti”, aperto presso la Banca Popolare di Sondrio, Agenzia di Bergamo, IBAN IT10C0569611100000005880X86, specificando nella causale “Master Class Loris Antiga”.
Copia del versamento sarà da presentare in Segreteria il primo giorno di lezione.

Info

​Per maggiori informazioni contattare il referente, docente della classe di Corno, prof. Massimo Capelli

Iscrizioni

​Per potersi iscrivere è sufficiente compilare il modello online, cliccando qui

Strumenti a percussione

Pagina in costruzione

Allegati

Piano di studi

Simone Maffioletti

Il M° Simone Maffioletti terrà una Master class di Trombone nei giorni 1-2 e 4 luglio.

Domenica e il 3 si esibirà da solista con il nostro Gruppo Ottoni nell’ambito della 20° edizione del Festival degli Ottoni “ G. Corsini” presso il Santuario della Madonna delle Lacrime ore 17.

Giulio Zappa

Al via la seconda edizione della Master Class del M° Giulio Zappa, vocal coach e didatta esperto di Belcanto (Ópera de Tenerife, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Comunale Bologna, Rossini Opera Festival di Pesaro).

Invitato presso i più grandi teatri del mondo per recital con artisti del calibro di Mariella Devia, Elena Obraztsova, Marina Rebeka, Lawrence Brownlee, Erwin Schrott, grazie alla nostra Docente di canto Gabriella Sborgi è nostro prestigioso ospite per un Master class sul repertorio italiano per eccellenza, approfondendo autori fra i quali il nostro amato Donizetti di cui il nostro Conservatorio ha l’onore di fregiarsi.

Un’opportunità di studio e di gioia per i nostri allievi di canto!

Il 21 maggio alle ore 18.30 in Sala Piatti si terrà un concerto finale a ingresso libero

Curriculum

Giulio Zappa è nato a Monza. Compie i suoi studi musicali sotto la guida di Oleg Marshev, diplomandosi in Pianoforte col massimo dei voti e la lode. Parallelamente si laurea sempre col massimo dei voti e la lode in Lingue e Letterature straniere all’Universita’ Statale di Milano con una tesi sull’opera russa, sotto la guida di Fausto Malcovati e Francesco Degrada.

Si forma come pianista di repertorio a Milano, nella classe di canto di Bianca Maria Casoni.

Si perfeziona poi con Aldo Ciccolini e Irwin Gage, con quest’ultimo nel repertorio di musica vocale da camera, da sempre sua grande passione.

Dal 1996 svolge intensa attivita’ concertistica in tutto il mondo, oltre ad essere frequentemente invitato in veste di vocal coach – maestro collaboratore, in numerosi teatri e festival di tutto il mondo.

Ha accompagnato centinaia di artisti di varie generazioni della lirica italiana e straniera, ed ha avuto modo di collaborare con registi e direttori d’orchestra del calibro di A. Zedda, G. Kuhn, A. Allemandi, R. Rizzi-Brignoli, M. Mariotti, C. Rizzi, M. Martone, D. Fo, G. Strehler, L. Ronconi, M. Hampe, P. Pizzi, J.F. Martinoty, D. Micheletto, G. Vick, etc…

Negli ultimi anni si è dedicato con successo all’insegnamento di pianisti accompagnatori e cantanti, ed è stato invitato presso diverse istituzioni, tra cui Scuola dell’Opera di Bologna, Accademia del Maggio Fiorentino, Accademia Verdi di Parma, Teatro Real e Escuela Superior de Canto di Madrid, Opera Studio di Tel Aviv, Jerwood Young Artists Glyndebourne, Accademia del Teatro Bol’shoj di Mosca, ISACT Teatro Colón Buenos Aires.

Dal 2012 é direttore artistico dell’Opera Studio di Tenerife, progetto per la scoperta di giovani talenti lirici, di cui è anche responsabile della preparazione musicale.

Tra i suoi prossimi e recenti impegni: “Moïse et Pharaon” al Rossini Opera Festival, recitals alla Staatsoper di Vienna, Teatro alla Scala di Milano, Opéra di Bordeaux, Opernhaus Zurigo, Rossini Opera Festival Pesaro, Teatro Massimo di Palermo, Festival de Peralada, Opéra de Strasbourg.

Basso elettrico

Pagina in costruzione

Alessandro Carbonare

Master Class di Clarinetto

Alessandro Carbonare, 1° clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, terrà una Master Class di Clarinetto presso il nostro Istituto nelle giornate di mercoledì 25 e giovedì 26 maggio 2022.

Gli allievi esterni potranno iscriversi gratuitamente in qualità di uditori (fino ad esaurimento dei posti disponibili), entro sabato 21 maggio, utilizzando il form google disponibile al seguente link:

https://forms.gle/r1HAzPbJ7EycgE3V6

Allegati

Locandina

Musica da camera

Pagina in costruzione

Batteria e percussioni Pop/Rock

Pagina in costruzione

Pianoforte e tastiere Pop/Rock

Pagina in costruzione

Chitarra elettrica Pop/Rock

Pagina in costruzione

Mandolino

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Mandolino, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti: – Strumentista solista – Strumentista in gruppi da camera – Strumentista in formazioni orchestrali da camera – Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche – Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Pianoforte - Interpretazione musica contemporanea

Master di II livello

Il Master di secondo livello in PIANOFORTE - INTERPRETAZIONE DELLA MUSICA CONTEMPORANEA, si propone quale obiettivo fondamentale quello di garantire l’acquisizione delle competenze tecniche e teoriche necessarie per affrontare in termini specialistici il repertorio della musica contemporanea.

Il Master prevede un percorso di studio di alto perfezionamento orientato nello specifico settore della produzione e interpretazione della musica contemporanea.

Finalità del corso è quella di formare professionisti di livello internazionale che abbiano acquisito l’insieme delle conoscenze e abilità che caratterizzano il profilo culturale e professionale di un interprete pienamente consapevole della prassi esecutiva e del repertorio contemporaneo, solistico e d’insieme, dello strumento.

Un’ulteriore finalità è quello dell’ acquisizione delle competenze manageriali relative alla progettazione, realizzazione, promozione e offerta sul mercato di produzioni di rassegne pianistiche e cameristiche con pianoforte.

Scadenza iscrizioni

Il termine ultimo per le iscrizioni è giovedì 20 ottobre 2022.

Chitarra Pop-Rock

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Popular Music, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista pop-rock

- Strumentista in gruppi pop-rock

- Strumentista in formazioni pop-rock

- Arrangiatore, per produzioni pop-rock

- Tecnico di produzione discografica, tecnico del suono per eventi pop-rock

Corsi complementari

Il corso

Non è prevista prova d’accesso.

​è possibile iscriversi a corsi liberi di qualsiasi disciplina complementare (armonia, storia della musica, linguaggio musicale, ecc..) attiva presso il Conservatorio, previa verifica dei posti a disposizione.

La retta di frequenza, paria ad € 400 è suddivisa in due rate, da versare rispettivamente a novembre e a marzo tramite bonifico bancario.

La retta di frequenza per il corso di Canto Corale è determinata invece in € 250, sia per quanto riguarda il repertorio Classico che quello Moderno (pop-rock)

Iscrizioni

Le iscrizioni sono aperte dall’1 al 31 ottobre di ogni anno

Tastiere Pop-Rock propedeutico

Pagina in costruzione

Batteria Pop Rock

Pagina in costruzione

Sassofono

Pagina in costruzione

Basso Tuba

Pagina in costruzione

Arpa

Pagina in costruzione

Sassofono

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Sassofono, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista

- Strumentista in gruppi da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche

- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Pianoforte e tastiere Pop Rock

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Popular Music, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista pop-rock

- Strumentista in gruppi pop-rock

- Strumentista in formazioni pop-rock

- Arrangiatore, per produzioni pop-rock

- Tecnico di produzione discografica, tecnico del suono per eventi pop-rock

Batteria e Percussioni Pop Rock

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Popular Music, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista pop-rock

- Strumentista in gruppi pop-rock

- Strumentista in formazioni pop-rock

- Arrangiatore, per produzioni pop-rock

- Tecnico di produzione discografica, tecnico del suono per eventi pop-rock

Basso Tuba

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Basso tuba, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.

Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista

- Strumentista in gruppi da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche

- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Basso Elettrico Pop Rock

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Popular Music, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista pop-rock

- Strumentista in gruppi pop-rock

- Strumentista in formazioni pop-rock

- Arrangiatore, per produzioni pop-rock

- Tecnico di produzione discografica, tecnico del suono per eventi pop-rock

Arpa

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Arpa, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

- Strumentista solista

- Strumentista in gruppi da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali da camera

- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche

- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Pedro Silva

Il 18-19-20 febbraio il Conservatorio Donizetti avrà l’onore di ospitare Pedro Silva, docente presso l’ESMAE - Escola Superior de Música e Artes do Espetáculo, per una Master Class di Fagotto.

Allegati

Curriculum

Trombone

Pagina in costruzione

Tromba

Pagina in costruzione

Pianoforte

Pagina in costruzione

Organo e Composizione organistica

Pagina in costruzione

Flauto

Pagina in costruzione

Corno

Pagina in costruzione

Allegati

Esami idoneità

Composizione

Pagina in costruzione

Clavicembalo

Pagina in costruzione

Clarinetto

L’ ISSM Donizetti di Bergamo organizza corsi di studio denominati Corsi Propedeutici, il cui contenuto formativo e l’articolazione didattica sono finalizzati all’acquisizione,da parte dello studente, delle competenze necessarie per poter accedere - senza debiti formativi - ai Corsi di Diploma Accademico di primo livello, previo esame di ammissione.

Chitarra

Pagina in costruzione

Canto Lirico

Pagina in costruzione

Clavicembalo e tastiere storiche

Biennio Ordinamentale

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.23 del 10/1/2019, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di Secondo Livello in Clavicembalo e Tastiere storiche gli studenti devono aver acquisito le conoscenze tecniche e storiche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica e alla loro interazione, anche a partire da fonti musicali originali. Al termine del Biennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione e all’ornamentazione.

Composizione

Biennio Ordinamentale

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.23 del 10/1/2019, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi Formativi

Obiettivi formativi qualificanti

Il Biennio superiore di Composizione è concepito per assicurare un’elevata consapevolezza critica delle

competenze disciplinari e professionali già acquisite dagli studenti nelle fasi precedenti, garantendone uno

sviluppo specialistico ponderato, coordinato e sinergico, funzionale all’ acquisizione di una completa padronanza di

metodologie e tecniche, nonché della conoscenza e del trattamento delle problematiche tecnico-compositive

relative ai linguaggi musicali del modernismo musicale storico e della musica contemporanea più innovativa,

sperimentale e di ricerca della seconda metà del secolo scorso, fino ai nostri giorni.

Il quadro d’insieme delle attività formative proposte nell’ambito degli insegnamenti obbligatori e facoltativi

predisposti nel piano di studi, configura un percorso formativo di alto profilo professionale al termine del quale i

diplomati del Corso Accademico di secondo livello in Composizione dovranno:

- Possedere elevate competenze nel trattamento delle tecniche compositive nel loro complesso in grado di

potenziare la funzione creativa del discente;

- Possedere conoscenze teoriche e abilità pratica di livello superiore nel campo specifico della trascrizione,

orchestrazione e strumentazione moderna e contemporanea in funzione della produzione di area “colta” di musica

d’arte e di musica di ricerca e sperimentale, anche con significativi approfondimenti artistici in tutti i settori della

musica applicata e realtà tecnologico-multimediale della contemporaneità (teatro, cinema, audiovisi, etc.);

- Possedere strumenti culturali e metodologie appropriate per l’indagine e la ricerca nell’ambito della teoria e

dell’analisi compositiva e in generale dei fenomeni collegati al divenire del linguaggio musicale nella

contemporaneità, con capacità di sviluppare metodologie di studio e di comunicazione artistico-musicale

innovative;

- Possedere strumenti metodologici e critici, nonché conoscenza pratica del funzionamento degli aspetti

tecnologici nella produzione musicale “ibrida” che implichi l’uso di dispositivi audio-tecnologici e/o altro in termini di

risorse innovative multimediali e in funzione dell’acquisizione di competenze nei linguaggi espressivi multimediali

della contemporaneità;

- Possedere una sicura capacità nell’uso dei principali mezzi “musicali” informatici con particolare riferimento alle

tecnologie informatiche audio e agli editor musicali, nell’elaborazione e sviluppo informatico della Grafia musicale,

nonché nella comunicazione multimediale e nella gestione dell’informazione, negli ambiti specifici di competenza;

- Essere in grado di utilizzare più d’una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, nell’ambito specifico di

competenza;

Maestro Collaboratore

Nuovo Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Marco Giovanetti

​Il Conservatorio di Bergamo organizza una Master Class di Pianoforte, a cura del M° Marco Giovanetti.

Per saperne di più leggi la presentazione del corso!

Percussioni

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Strumenti a percussione, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

  • Strumentista solista
  • Strumentista in gruppi da camera
  • Strumentista in formazioni orchestrali da camera
  • Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
  • Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
  • Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Canto Pop-Rock

Obbiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Popular Music, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti: - Strumentista solista pop-rock - Strumentista in gruppi pop-rock - Strumentista in formazioni pop-rock - Arrangiatore, per produzioni pop-rock - Tecnico di produzione discografica, tecnico del suono per eventi pop-rock

Stefano Gervasoni

Andrea Cellacchi

​Andrea Cellacchi il 22 e 23 maggio terrà la Master Class intitolata “COME PREPARARSI AI CONCORSI”, aperta a tutti gli strumentisti e ai cantanti.

Per potersi iscrivere, invia una mail a: info@consbg.it

Marco Postinghel

La Master Class

​Il M° Marco Postighel terrà una Master Class sulle 9 Sonate di Vivaldi per Fagotto (originali per Violoncello), nelle date 29 e 30 novembre 2017, dalle ore 9:00 alle ore 22:30.

Chi fosse interessato a partecipare è pregato di contattare la Segreteria.

Il M° Postighel

Ha studiato a Bolzano con R.Santi e sucessivamente ad Hannover con K. Thunemann, perfezionandosi in seguito presso la Karajan Akademie dei “Berliner Philharmoniker”. Ha ottenuto molteplici riconoscimenti ai concorsi internazionali di Tokyo, Toulon, Martigny e Praga. Appassionato cultore della musica da camera ha suonato con musicisti quali E.Ax, I.Bronfman, I.Faust, H.Holliger, G. Kremer, A. Schiff,

V. Mullova, M. Rostropovich e T. Zimmerman nei maggiori festval internazionali. Dal 1986 al 1991 è stato membro del EUYO, in seguito dal 1991 fino al 1994 è stato primo fagotto solista dell’ ”Orchestre de Paris”, ruolo che ricopre da allora alla “Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks” di Monaco di Baviera. Da solista ha suonato tutti i concerti più importanti dedicati al suo strumento con direttori quali

S. Bychkov, C. Davis, C.M. Giulini, J.E.Gardiner, B. Haitink, D.Harding, L. Maazel, K. Nagano,

W. Sawallisch e F. Welser-Möst. Collabora regolarmente da oltre un ventennio con orchestre da camera quali la “Chamber Orchestra of Europe”, la “Mahler Chamber Orchestra” e con la “ Cappella Andrea Barca”. Inoltre ha suonato in varie varie formazioni orchestrali quali la Bayerische Staatsoper, la London Symphony Orchestra, la Boston Symphony Orchestra, i Berliner Philharmoniker, i Münchner Philharmoniker, il Gewandhaus Leipzig e l´Orchestre Revolutionaire er Romantique.

Da sempre particolarmente interessato al repertorio barocco e classico, suona inoltre con ensembles quali: “The English Baroque Soloist”, ”Balthasar Neumann Ensemble”, ”L´Accademia Giocosa”, “Concerto Italiano”, ”Il suonar parlante”, ”Les siecles”, “Akademie für Alte Musik Berlin” e con “Musica Saeculorum”.

La sua attivitá didattica comincia nel 1988 presso il Conservatorio “B.Marcello” di Venezia, Marco Postinghel ha poi insegnato dal 1994 al 2012 ai corsi speciali della “Scuola di Musica” di Fiesole e dal 2004 è titolare della cattedra di fagotto presso l´ “Univeristá del Mozarteum” di Salisburgo.

Dal 1997 collabora con la “Gustav Mahler Jugendorchester” in qualitá di docente della sezione dei legni e insegna all` “Accademia Gustav Mahler” di Bolzano.

Tiene regolarmente masterclass in Italia, Spagna, Germania, Repubblica Ceca, Inghilterra, Austria, Francia, Portogallo, Corea, Giappone, Stati Uniti, Venezuela, Argentina, Brasile ed è membro della giuria al concorso internazionale dell´ARD di Monaco di Baviera. Ha registrato per Philips, Capriccio, Naïve, BR Klassik, Musicado, OhemsClassics e SDG.

È membro onorario dell ´”Accademia dei Generosi” (1771) di Fiesole.

Andrea Lucchi

Masterclass di Andrea Lucchi

Nei giorni 29 e 30 giugno ed il 1 luglio si terrà la masterclass di Andrea Lucchi, 1* tromba orchestra Accademia Santa Cecilia.

La masterclass si terrà nei seguenti luoghi e orari:

  • 29 giugno ore 10.30/12.30 e 15/18 presso il negozio Daminelli, Bergamo, via Ghislandi
  • 30 giugno ore 10/13 e 15/18 presso ISSM Donizetti, Bergamo, via Palazzolo 88
  • 1 luglio ore 10/13 e 15/18 presso Sala Piatti, Città Alta, via San Salvatore

La masterclass è libera e gratuita per gli uditori, ma riservata agli alunni del Conservatorio per gli effettivi.

Il maestro Lucchi terrà due concerti, accompagnato dal Gruppo Ottoni del Conservatorio:

  • Il 1° luglio, ore 21 presso la Basilica di Santa Maria Maggiore, Città Alta, a conclusione della stagione di concerti dell’Istituto Musicale.
  • Il 2 luglio alle ore 17 presso la chiesa di S. Maria Annunziata a Ponte Nossa nell’ambito del Festival degli Ottoni “G Corsini”.

Allegati

Biografia

Strumento

Il corso

Non è prevista prova d’accesso.

​è possibile iscriversi a corsi liberi di qualsiasi classe di strumento attiva presso il Conservatorio, previa verifica dei posti a disposizione.

Il corso prevede 27 lezioni da 1 ora (Quota annuale: 1’000 €) o da mezzora (Quota annuale: 550 €).

La retta di frequenza è suddivisa in due rate, da versare rispettivamente a novembre e a marzo tramite bonifico bancario

Iscrizioni

Le iscrizioni sono aperte dall’1 al 31 ottobre di ogni anno

Scuole di strumento disponibili

Scuole disponibili strumenti classici:

Pianoforte – Organo – Canto lirico – Composizione – Violino – Viola – Violoncello – Contrabbasso – Flauto – Oboe – Clarinetto – Fagotto – Corno – Tromba – Trombone – Chitarra – Basso tuba – Saxofono – Clavicembalo – Percussioni – Arpa – Mandolino – Eufonio – Ensemble Arpe

*Scuole disponibili strumenti pop-rock : Canto - Chitarra elettrica - Batteria - Basso elettrico - Pianoforte e tastiere

2a Chamber Music Week

Ripasso spartito

La Master Class

Segnaliamo questa importante Master Class che si terrà presso il nostro Istituto dal 28 settembre al 1° ottobre

I docenti saranno i nostri Sem Cerritelli, Samuele Pala e Fabio Piazzalunga e saranno protagonisti di una Master Class di alto perfezionamento di ripasso spartito per cantanti e pianisti accompagnatori, con concerto finale alla Casa natale di Gaetano Donizetti

Tutti i dettagli della Master Class si potranno trovare nel Regolamento completo allegato

Per info: Sem Cerritelli - 3278354076 - sem.cerritelli@federazionemusicale.it

Gemma Bertagnolli

Fabrizio Carminati

Violoncello propedeutico

Corso propedeutico

Viola

Corso propedeutico

Percussioni

Corso propedeutico

Oboe

Corso propedeutico

Allegati

Esami idoneità

Fagotto

Corso propedeutico

Allegati

Esami idoneità

Contrabbasso

Corso propedeutico

Lettura della partitura

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Armonia compl.

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Teoria e solfeggio

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Storia ed estetica della musica

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Quartetto

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Pianoforte compl.

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Organo e canto gregoriano

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Letteratura poetica e drammatica

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Arte scenica

Corso Complementare

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Violoncello

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Violino

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Viola

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Trombone

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Tromba

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Tromba

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Pianoforte

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Organo e composizione organistica

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Oboe

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Flauto

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Fagotto

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Corno

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Contrabbasso

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Composizione

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Clarinetto

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Chitarra

Corso Principale

Dall’a.a. 2010/2011 tutti i corsi del vecchio ordinamento sono in via di esaurimento e sono sostituiti dai corsi pre-accademici e accademici di I e II livello.

Il Conservatorio assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli agli studenti già iscritti.

Lo studente iscritto all’ordinamento previgente può optare per il passaggio ai corsi di Diploma Accademico di I livello, previa verifica del possesso delle conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

Essendo un corso ad esaurimento non è prevista la sospensione della frequenza.

I corsi del vecchio ordinamento (ex “tradizionali”) si svolgono secondo i programmi ministeriali dettati dal R.D. n. 1945 del 1930 e portano al conseguimento del diploma cosiddetto “tradizionale”.

Secondo la Legge n. 508/1999 (modificata dalla legge n. 268/2002), il diploma tradizionale è equiparato alla laurea di primo livello se unito al possesso di un diploma di maturità o titolo superiore.

I corsi del vecchio ordinamento sono a esaurimento, infatti con l’attivazione dei corsi preaccademici non è più possibile iscriversi ai corsi tradizionali.

Canto Lirico

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Canto, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’ interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Chitarra

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale. Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System). Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Chitarra, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Clarinetto

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Clarinetto, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Contrabbasso

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Contrabbasso, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Corno

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Corno, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Fagotto

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Fagotto, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Flauto

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Flauto, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilita di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio pi6 rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalita di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Oboe

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Oboe, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Organo e Composizione Organistica

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Organo e C.O., lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.

Pianoforte

Diploma Accademico di II livello

I corsi accademici di II livello costituiscono la parte superiore del nuovo percorso formativo applicato nei Conservatori di Musica italiani.

Istituiti con Legge 508/99 e autorizzati dal MIUR - Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - con Decreto del Direttore Generale n.2242 del 5/9/2018, i corsi accademici di II livello sono parte del sistema dell’ AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale.

Il titolo di studio, ossia il diploma accademico di II livello in “Discipline musicali”, non solo è equiparato alla laurea magistrale delle Università italiane, ma, come il diploma accademico di I livello, assicura un curriculum adeguato agli standard europei. L’intero percorso formativo è organizzato secondo un sistema di crediti, che, in previsione della certificazione Europea, è già in linea con i principi dell’ ECTS (European Credit Transfer System).

Il diploma si consegue con l’acquisizione di 120 crediti.

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al corso di diploma accademico di secondo livello in Pianoforte, lo studente deve aver acquisito l’insieme di conoscenze, competenze e abilita di livello specialistico tali da consentirgli di realizzare concretamente e autonomamente la propria idea artistica perseguendo livelli professionali e artistici elevati.

A tal fine sara data la possibilità di completare il proprio percorso formativo prestando particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacita di interagire all’interno di gruppi musicali omogeneamente e diversamente composti.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo l’approfondimento di specifiche conoscenze e competenze analitico-compositive, nonché degli aspetti storici, stilistici, estetici e filosofici generali relativi alla propria specifica letteratura strumentale.