Didattica Speciale

Le Istituzioni nell’ambito della loro autonomia provvedono alla predisposizione e all’attuazione dei programmi, anche congiunti, finalizzati al conseguimento degli obiettivi per le finalità di cui all’art. 60, comma 1, del D.L. 73/2021, che prevedano azioni quali:

a) orientamento in ingresso al sistema della formazione superiore in favore degli studenti delle scuole secondarie superiori, prevedendo ove necessario il coinvolgimento delle famiglie, e attività di consulenza specifica, per l’autovalutazione e lo sviluppo delle competenze dello studente, al fine di favorire una scelta consapevole del percorso di studi basata sulle proprie attitudini personali e sulle successive possibilità occupazionali;

b) potenziamento di ciascuna delle fasi dell’orientamento in ingresso, durante e in uscita dal ciclo di studi mediante azioni di consulenza specifica anche psicologica per lo sviluppo delle risorse personali e per favorire l’accesso al mondo del lavoro, prevedendo laddove possibile il coinvolgimento della rete territoriale delle università e del sistema di partenariato pubblico privato, a beneficio degli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento, al fine di evitare la dispersione o l’abbandono del corso di studi;

c) supporto agli iscritti ai corsi finalizzato alla definizione del proprio piano di studio, ivi inclusi eventuali periodi di mobilità o di tirocinio curricolare, e al rispetto dei tempi previsti per il conseguimento del titolo;

d) attività di formazione e informazione rivolte al corpo docente delle scuole secondarie superiori in materia di orientamento e sulle competenze necessarie per il completamento degli studi, con particolare attenzione ai percorsi e ai processi di inclusione degli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento;

e) promozione di attività didattiche e laboratoriali sperimentali in favore degli studenti e dei docenti della scuola secondaria superiore, finalizzate all’avvicinamento al metodo scientifico e alla didattica universitaria;

f) attivazione o potenziamento delle attività di counseling psicologico di supporto agli studenti;

g) attivazione o potenziamento delle attività svolte in presenza di orientamento e tutorato per gli studenti;

h) interventi infrastrutturali e di ammodernamento delle dotazioni per la didattica finalizzati all’eliminazione di eventuali barriere che limitino la mobilità, l’accessibilità alle strutture universitarie e la partecipazione alle attività formative, siano queste motorie, sensoriali o causate da disturbi specifici dell’apprendimento;

i) acquisizione di materiale didattico e di ausili per la didattica finalizzati all’orientamento e alla partecipazione alle attività formative, con particolare attenzione agli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento; misure, anche di carattere economico, riservate agli studenti che versano in particolari condizioni di svantaggio socio economico, con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento;

k) modalità di organizzazione della didattica che consentano la frequenza delle attività formative e il recupero dei ritardi degli studenti per gli studenti che versano in particolari condizioni di svantaggio socio economico, ivi compresi gli studenti-lavoratori, o con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento;

l) potenziamento dei servizi di mobilità da e per le strutture universitarie per favorire l’accessibilità e l’inclusione delle persone con disabilità, nelle zone che presentano carenza dei servizi di logistica e trasporto locale;

m) supporto e formazione agli studenti e acquisizione di materiale didattico e laboratoriale per potenziare il tutorato;

n) formazione e informazione per il corpo docente e amministrativo delle Università con specifico riferimento ai temi dell’inclusione delle persone con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento;

o) interventi volti a favorire l’equilibrio di genere nell’accesso alle diverse aree disciplinari dei corsi di studio

Referente

Prof.ssa Daniela Giordano

dsa@consbg.it

R.S.U.

Rappresentanze Sindacali Unitarie

R.S.U. vuol dire Rappresentanza Sindacale Unitaria.

È un organismo sindacale che esiste in ogni luogo di lavoro pubblico e privato ed è costituito da non meno di tre persone elette da tutti i lavoratori iscritti e non iscritti al sindacato.

Amministrazione trasparente

Sezione in fase di aggiornamento, istituita in seguito all’entrata in vigore del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 - Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni - pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 80 del 5 aprile 2013.

Disposizioni generali

Organizzazione

  • Organi di indirizzo politico-amministrativo
  • Organi statutari
  • Sanzioni per mancata comunicazione dei dati
  • Articolazione degli uffici
  • Telefono e posta elettronica

Consulenti e collaboratori

Personale

  • Incarichi amministrativi di vertice
  • Dirigenti
  • Posizioni organizzative
  • Dotazione organica
  • Personale non a tempo indeterminato
  • Tassi di assenza
  • Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti
  • Contrattazione collettiva
  • Contrattazione integrativa
  • OIV

Bandi di concorso

Performance

  • Sistema di misurazione e valutazione delle performance
  • Piano della performance
  • Relazione sulla performance
  • Documento dell’OIV di validazione della relazione sulla performance
  • Ammontare complessivo dei premi
  • Dati relativi ai premi
  • Benessere organizzativo

Enti Controllati

  • Enti pubblici vigilati
  • Società partecipate
  • Enti di diritto privato controllati
  • Rappresentazione grafica

Attività e procedimenti

  • Dati aggregati dell’attività amministrativa
  • Tipologie di procedimento
  • Monitoraggio tempi procedimentali
  • Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d’ufficio dei dati

Provvedimenti

  • Provvedimenti organi di indirizzo politico
  • Provvedimenti dirigenti amministrativi

Controlli sulle imprese

Bandi di gara e contratti

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

Bilanci

Beni immobili e gestione patrimonio

  • Patrimonio immobiliare
  • Canone di locazione o affitto

Controlli e rilievi sull'amministrazione

Servizi erogati

  • Carta dei servizi e standard di qualità
  • Costi contabilizzati
  • Tempi medi di erogazione dei servizi

Pagamenti dell'amministrazione

  • Indicatore di tempestività dei pagamenti

Indice dei pagamenti 2019
Indice dei pagamenti 2020
Indice dei pagamenti 2021
Indice dei pagamenti 2022

  • IBAN e pagamenti informatici
  • Elenco debiti comunicati ai creditori

Opere pubbliche

  • Pianificazione e governo del territorio
  • Informazioni ambientali
  • Interventi straordinari e d’emergenza
  • Altri contenuti - corruzione

Altri contenuti accesso civico

Altri contenuti - Accessibilità e catalogo dei dati, metadati e banche dati

  • Altri contenuti - Dati ulteriori

Adempimenti previsti dalla legge 190 del 2012 (art. 1 c. 32 e 34)

  • File anno 2013

In virtù di quanto sancito dall’Art. 37, comma 1, del Regolamento (UE) 2016/679 ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI “GAETANO DONIZETTI” in persona del presidente pro-tempore Prof. Michele Guadalupi, ha provveduto a nominare un proprio responsabile della protezione dei dati “RPD” (o Data Protection Officer).

Di seguito i dati del del D.P.O. nominato: Avv. Filippo Tracanna (C.f. TRCFPP90C24A794B), Mail: tracanna@sghslawfirm.com, PEC: filippo.tracanna@bergamo.pecavvocati.it, telefono: 03538840554, indirizzo: Passaggio San Bartolomeo 3, 24121 - Bergamo ℅ lo studio legale SGHS LAW FIRM.

Per qualsivoglia problematica gli utenti potranno contattare il predetto soggetto.

Allegati

Privacy Policy

Statuto

Il Ministero dell’Università e della Ricerca - Direzione Generale A.F.A.M. ha approvato con Decreto Dirigenziale n. 540 del 14 luglio 2006 lo Statuto del Civico Istituto Musicale “G. Donizetti”, deliberato dal Consiglio Comunale nelle sedute del 23 gennaio 2006 e del 18 maggio 2006.

Dipartimenti

Dipartimento 1

CANTO E TEATRO MUSICALE

Coordinatore pro tempore: prof.ssa Alessandra Milano

Dipartimento 2

STRUMENTI A FIATO

Coordinatore pro tempore: prof. Marco Ambrosini

Dipartimento 3

STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE

Coordinatore pro tempore: prof. Alfonso Alberti

Dipartimento 4

STRUMENTI AD ARCO E A CORDA

Coordinatore pro tempore: prof. Pietro locatto

Dipartimento 5

TEORIA, ANALISI, COMPOSIZIONE E NUOVE TECNOLOGIE MUSICALI

Coordinatore pro tempore: prof. Orazio Sciortino

Segratario verbalizzante: prof. Beppe Bornaghi

Dipartimento 6

MUSICA POP-ROCK

Coordinatore pro tempore: prof. Alberto Centofani

Organi statutari

Consiglio d'Amministrazione

  • Michele Guadalupi - Presidente
  • Emanuele Beschi
  • Massimo Capelli
  • Dario Guardalben
  • Dario Guerini
  • Axel Virgili Greno

Consiglio Accademico

Consulta degli studenti

Revisori dei conti

  • ​Celestina Priore - Revisore designato dal MEF
  • Luciano Lucchetti - Revisore designato dal MIUR

Nucleo di Valutazione

Collegio Docenti

Direzione

Emanuele Beschi - Direttore

Emanuele Beschi
Emanuele Beschi

Emanuele Beschi (Brescia, 28 maggio 1956)

Insegnante di viola in ruolo presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano dal 1/11/1991.

Docente di viola presso il Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia, sezione staccata di Darfo Boario Terme, dall’anno scolastico 1985/86 fino al trasferimento presso il Conservatorio di Milano.

Insegnante di Marketing dell’arte e dello spettacolo (2009 - 2011) presso Machina - Lonati Faschion and Design Institute - Brescia.

Ha ricoperto il ruolo di prima viola presso alcune importanti orchestre sinfoniche e da camera italiane: Angelicum di Milano, Pomeriggi Musicali, Milano Classica, Orchestra Sinfonica di Bergamo, Filarmonici di Verona, Orchestra Verdi di Milano, Orchestra Sinfonica di Brescia, Toscanini di Parma, è, inoltre, commissario in giurie di concorsi per viola e concorsi e audizioni per orchestre.

La sua attività artistica, oltre a comprendere un’importante carriera cameristica in Duo,Trio e Quartetto con pianoforte, lo ha visto protagonista, negli ultimi anni, nel campo della Direzione Artistica d’importanti realtà italiane:

- Fondatore dell’Orchestra Milano Classica di cui è stato dal 1993 al 1995

consulente artistico di Lorenzo Arruga.

- Direttore Artistico dal 1995 al 2000 dell’Orchestra Milano Classica.

- Direttore Artistico dal 2000 al 2002 dell’Orchestra Sinfonica di Brescia.

- Consigliere e coordinatore artistico della Fondazione Romano Romanini di Brescia e coordinatore artistico del prestigioso concorso internazionale di violino “Città di Brescia” dal 2002 al 2006.

- Nel 2003 decide di far rinascere il glorioso Festival di Musica Antica di Brescia, e fonda l’Associazione Nuove Settimane Barocche, di cui è Presidente. E’ stato Direttore Artistico dal 2003 al 2019, promuovendo le “Settimane Barocche di Brescia” - Festival Internazionale di musica antica in Brescia e provincia, Festival che ha avuto, ad oggi, importanti riconoscimenti in campo nazionale ed internazionale.

- Partner e membro del consiglio d’amministrazione di Rete Orfeo – Circuito

lombardo di Musica Antica, sino al 2013.

- Membro, a Parigi, del consiglio di amministrazione del R.E.M.A. (Réseau Européen de Musique Ancienne) dal 2006 al 2008.

- Fondatore e direttore artistico dell’associazione culturale “Piano Nobile” di Brescia dal 2009 al 2011.

- Consulente per gli eventi musicali di Cremona “MondoMusica” e “MondoMusica New York” dal 2009 al 2013.

- Nominato nel 2009 consigliere e rappresentante del Ministro della Pubblica Istruzione, On. Mariastella Gelmini, nel CNAM, Consiglio Nazionale per l’Alta Formazione Artistica e Musicale.

- Riconfermato consigliere CNAM dal Ministro Profumo e dal Ministro Carrozza.

- Membro dal 2009 del Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica presieduto da Luigi Berlinguer.

- Nominato nel 2009 dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca presidente della Commissione per il riordino del Liceo Musicale in Italia.

- Nominato nel 2013 da ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) quale componente del Gruppo di Lavoro “Criteri per i Nuclei di Valutazione”.

- Presidente di ESTA, European String Teachers Association, Ente riconosciuto dal Consiglio d’Europa Italia dal 2013 al 2018

- Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Donizetti” di Bergamo per i trienni 2012 - 2015 e 2015 - 2018

- Presidente del Nucleo di Valutazione del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma dal Gennaio 2019 al 31 ottobre 2021

Massimiliano Motterle - Vicedirettore

MMotterle
Massimiliano Motterle

Massimiliano Motterle, bresciano di nascita e formazione musicale, ha studiato con Sergio Marengoni diplomandosi al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, col massimo dei voti, lode e menzione d’onore, ed è stato premiato in più di venti concorsi nazionali ed internazionali tra cui spiccano il prestigioso Concorso Liszt di Budapest, il Concorso Internazionale di Cincinnati, il Concorso Iturbi di Valencia e il Concorso Mario Zanfi di Parma, dove ha ottenuto anche il premio speciale della giuria per la migliore esecuzione della Sonata di Liszt. Ha completato la sua formazione sotto la guida dei celebri pianisti Lazar Berman, Paul Badura-Skoda e Alexis Weissenberg.

Pianista lisztiano per eccellenza, è stato invitato ad eseguire Malediction nella Great Concert Hall di Budapest con la Liszt Chamber Orchestra, e Totentanz con la Hungarian Matav Symphony Orchestra diretta da Andras Ligeti nella prestigiosa Sala dell’Accademia Liszt. Esegue in concerto i 12 Studi d’esecuzione trascendentale e nel 2002 ha avuto l’onore di eseguirli su uno dei pianoforti Bösendorfer appartenuti a Liszt.

A soli 21 anni ha debuttato nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano eseguendo il 3° Concerto di Sergej Rachmaninov con l’Orchestra della RAI di Milano diretta da Daniele Callegari. Ha tenuto concerti in Austria, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Svezia, Ungheria e negli Stati Uniti. Si è esibito per istituzioni quali il Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, la Fondazione Cini di Venezia, la Società dei Concerti di Milano, il Sandviken Musik Festival, il Kodaly Institute, e con la Cincinnati Symphony Orchestra, l’Orchestra di Valencia, l’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo e l’Orchestra da Camera di Brescia, sotto la direzione di Umberto Benedetti Michelangeli, Riccarco Frizza, Neil Gittleman, Andras Ligeti, Piercarlo Orizio e Jonathan Webb, con un repertorio che comprende Mozart, il 2° Concerto di Chopin, il 2° Concerto di Liszt, il 1° di Čajkovskij, 2° e 3° di Rachmaninoff. Nel 1994 è stato scelto per tenere un recital nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano sul pianoforte Steinway & Sons appartenuto a Vladimir Horowitz. Nel momento più importante della carriera fu improvvisamente colpito dalla distonia focale, malattia che impedisce il controllo delle dita della mano; la sua carriera fu quindi inesorabilmente sconvolta, ma dopo un periodo di riflessione Motterle, spinto più che mai dalla sua insaziabile curiosità musicale, inizia ad approfondire il repertorio pianistico scritto per la sola mano sinistra tornando a suonare in pubblico e nel 2013 ha ripreso pienamente l’uso di entrambe le mani.

Ha collaborato con artisti quali Andreas Brantelid, Karin Dornbusch, e il Quartetto della Scala. Nel 2009, dopo essersi incontrati per l’esecuzione di The Turn of the Screw di Britten, costituisce un Duo con Fulvio Luciani, violinista col quale ha inciso per l’etichetta discografica Naxos alcune pagine cameristiche di Camillo Sivori e col quale ha suonato l’opera omnia per violino e pianoforte di Bach, Brahms, Schubert, Schumann e Liszt.

Insegna pianoforte presso i Conservatori di Bergamo e Lecce.

È il Direttore Artistico del Festival Onde Musicali di Iseo. La sua discografia comprende alcuni capisaldi della letteratura pianistica quali le 4 Ballate di Chopin, la Sonata di Liszt, i Valses nobles et sentimentales di Ravel e la Sonata di Berg.