Marco Giovanetti

Titolari di cattedra

Pianoforte

Il pianista italiano Marco Giovanetti, concertista e didatta, ha suonato come solista con diverse orchestre nazionali ed estere e si è esibito in récital e in varie formazioni cameristiche per importanti stagioni concertistiche, tra cui la Società dei Concerti di Trieste, Angelicum, Musica nel nostro tempo, Rosetum e Società Umanitaria di Milano, Società del Quartetto e Festival Donizetti di Bergamo, Nuovi Spazi Sonori e Festival di Musica Sacra di Brescia, Società Musicale di Ivrea, Teatro Marrucino di Chieti, Palazzo Nazionale della Cultura di Sofia (Bulgaria), UNESCO di Parigi, Parlamento Europeo di Bruxelles in occasione della Festa dell’Europa 2009, Festival Musique en Guyenne, Concerti nel Parco (Villa Medici, Roma), Ceresio Estate Lugano, Festival musicale di Oberwil (Zurigo), Musica e architettura Mantova. In anni recenti ha svolto un’apprezzatissima attività di duo con la pianista Pinuccia Giarmanà.

Svolge tournée di concerti e masterclass in Cina (Hong Kong, Shanghai, Zhengzhou, Hangzhou, Xiamen, Nanning, Ningbo) su invito di università e istituzioni culturali. È stato insignito del titolo di Professore onorario dall’Università di Kunming, Yunnan.

Nel 2013 ha tenuto un recital per “Sound Ways”, XXV International New Music Festival di San Pietroburgo (Russia).

Nell’ambito del repertorio moderno e contemporaneo, ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche per la RAI e curato prime esecuzioni di rilevanti autori.
Nel 1984 ha vinto il concorso “Cata ed Ernesto Monti” di Trieste per l’interpretazione della musica moderna. Oggi il suo repertorio spazia da J. S. Bach ad autori contemporanei quali Ligeti, Schnittke e Denisov.

Nel 2014 ha registrato per Radio Vaticana musiche di L. van Beethoven e Sergio Calligaris in duo con la violoncellista Emilia Baranowska.

L’aver sempre coltivato lo studio della filosofia e della storia dell’arte, unitamente ai viaggi, le esperienze umane, il contatto con il pubblico dei concerti e con studenti di diverse provenienze e culture lo hanno spinto ad aprirsi alla conoscenza di varie ulteriori discipline, tra cui ultimamente la lingua cinese. Nel solco di tale ampliamento di orizzonti culturali si colloca anche la creazione di un ciclo di incontri di divulgazione musicale intitolato “Il Suono e il Tempo”, fondato a Bergamo nel 1992 e presto replicato e ampliato in altre località italiane e a Buenos Aires (Argentina) e recentemente rinnovato con la denominazione “Musicalis. Lectio magistralis”.

Diplomato nel ‘79 con il massimo dei voti e la lode sotto la guida dell’illustre pianista e didatta milanese Carlo Pestalozza, tra i suoi maestri fanno spicco anche i nomi di Bruno Mezzena e di Fausto Zadra, di cui dal 1989 al 1992 è stato assistente presso l’Ecole Internationale de Piano de Lausanne.

Marco Giovanetti è docente di pianoforte del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, di cui è stato direttore per più mandati.

English

Marco Giovanetti, a gifted and versatile pianist, graduated in 1979 with the highest grade and honours (cum laude), studying with the Milanese pianist and teacher Carlo Pestalozza.

During his career as a musician, both as a soloist or in chamber groups, Marco Giovanetti toured widely and performed at important concert seasons, among which the Concert Society of Trieste, Angelicum, “Musica nel nostro tempo”, Rosetum and the Società Umanitaria of Milan, the Società del Quartetto and the Donizetti Festival of Bergamo, “Nuovi Spazi Sonori“ and the Festival of Sacred Music of Brescia, the Music Society of Ivrea, Palace of National Culture of Sofia (Bulgaria), the Unesco in Paris, the European Parliament of Brussels during the European Community celebration 2007, the Festival “Musique en Guyenne” (France), “Concerti nel Parco” at the Villa Medici in Rome, the “Ceresio Summer” in Lugano, the Music Festival in Oberwil/Zürich (Switzerland), “Music and Architecture” in Mantua and the Philharmonic “Laudamo” in Messina.

He recently held several concerts in China (Shanghai, Zhengzhou, Hangzhou, Xiamen, Nanning, Ningbo), where he will return soon for a tour in major cities and Universities, from which it was awarded the title of honorary professor (Kunming-Yunnan University). In 2013 he gave a recital as part of the “Sound Ways”, XXV International New Music Festival in St. Petersburg (Russia). In 2014, with the cellist Emilia Baranowska, he recorded for Radio Vaticana works by L. van Beethoven and Sergio Calligaris.

Always devoted to teaching, and after further professional improvements as a student of Maestro Fausto Zadra, Marco Giovanetti was his assistant teacher at the International Piano School in Lausanne (Switzerland) from 1989 to 1992.

In the field of the modern and contemporary repertoire he made radio and TV recordings for the Italian Radio Company RAI and performed unreleased works of prominent composers. In 1984 he won the “Cata ed Ernesto Monti” competition for the performance of modern music in Trieste. Today, his repertoire ranges from J.S. Bach to contemporary composers like Ligeti, Schnittke and Denisov.

Thanks to his classical studies, he has always cultivated the study of philosophy and history of art. Trips, human experiences, relationship with the audience of concerts and with students of different backgrounds and cultures led him to cultivate and deepen the knowledge of various disciplines, including lately the Chinese language. The same goal of broadening of cultural horizons also inspired his creation of a cycle of meetings titled “Il Suono e il Tempo”, founded in Bergamo in 1992 and soon replicated and expanded in Italy and in Argentina.

Marco Giovanetti holds a Professorship for piano at the Gaetano Donizetti High School of Music of Bergamo, where he has been director from 1997 to 2012.